it
en
La Fortuna Visiva di Pompei
Home » Esplora » Thesaurus dei soggetti » Letto

Letto

Gerarchia: oggetto archeologico » instrumentum » instrumentum-genere » arredamento » letto

Definizione: uno dei principali elementi del mobilio e dell’arredamento della casa romana, dove ne esistevano tipi diversi a seconda della forma e della funzione: il letto destinato alle alcove, per il sonno e il riposo: lectus cubicularius o iugalis, letto per dormire, singolo o matrimoniale, poteva essere molto semplice; il letto destinato al triclinium, la sala dei banchetti: lectus convivialis, era tra quelli caratterizzati da qualità di fattura e ricchezza decorativa notevoli, nonché dall’impiego di materiali più costosi; esso constava di un’intelaiatura lignea in cui si inseriva il reticolato di corregge di cuoio che sosteneva il materasso, con quattro o più zampe e una sorta di spalliera (fulcrum) (o appoggio per la testa che in qualche caso si accompagna a una spalliera) talora presente su entrambe le sponde del letto; è decorato con appliques di bronzo (placchette decorate con ageminatura), avorio, osso, con decorazioni plastiche raffiguranti, amorini, teste di cavallo o mulo, felini, personaggi mitologici legati alla cerchia dionisiaca; sulle zampe, rese più stabili da un’anima di ferro, venivano inserite torniture in bronzo a sezione circolare accentuata o ridotta: “tori”, sfere, cilindri, campane, rocchetti, alla base delle zampe piccoli plinti modanati; nel corso del I sec. d. C. si assiste a un moltiplicarsi dei motivi decorativi ripresi sia dal repertorio vegetale, sia figurativo.