it
en
La Fortuna Visiva di Pompei
Home » Esplora » Thesaurus dei soggetti » Armilla

Armilla

Gerarchia: oggetto archeologico » instrumentum » instrumentum-genere » monile » armilla

Definizione: bracciale, ornamento quasi esclusivamente femminile (ma indossato talora anche dagli uomini), portato al braccio, al polso, alla caviglia (in tal caso chiamato periscelis); nella documentazione archeologica vesuviana prevalgono gli esemplari in oro, ma ve ne sono anche in argento e in bronzo, mentre, dal punto di vista tipologico, si riducono a pochi modelli, con una distinzione ulteriore, però, nell’ambito di ciascuno di essi, per il tipo di verga (verga piena, a nastro, verga cava): il più diffuso è il bracciale a corpo di serpente arrotolato in spire o a due teste di serpente affrontate, già largamente diffuso nel mondo ellenistico, anche per il significato religioso e apotropaico che veniva attribuito all’animale; quasi altrettanto diffuso è il bracciale a semisfere, costituito da una fila di calotte o coppie di calotte emisferiche, in lamina d’oro, agganciate tra loro, così come gli “orecchini a spicchio di sfera”, è ritenuto una creazione originale degli orefici romani; numerosi sono i bracciali con verga chiusa, a castone liscio o con decorazione incisa, meno diffusi, invece, quelli con gemme (entrambi di derivazione ellenistica).


Casa del Fauno, atrio tetrastilo, monili - prospetto

ID: CA1_0089

cromolitografia

In:

Casa del poeta tragico, tablinum, mosaico pavimentale; monili - prospetto

ID: CA1_0019

cromolitografia

In:

Casa di Marcus Lucretius - veduta del viridarium e prospetti di sculture, instrumentum e ...

ID: CA2_0090

cromolitografia

In: