it
en
La Fortuna Visiva di Pompei
Home » Esplora » Thesaurus dei soggetti » Olla

Olla

Gerarchia: oggetto archeologico » instrumentum » instrumentum-genere » recipiente metallico, fittile, vitreo » olla

Definizione: Recipiente di forma chiusa, con corpo conico-sferico, più o meno allungato, di varie dimensioni, con larga imboccatura. L’o. ceramica presenta orlo piano ed espanso per il facile appoggio del coperchio, in argilla, che veniva ingessato o impeciato per ottenere una chiusura ermetica, si trattava infatti, di un contenitore da dispensa (cella penaria): vi si conservava frutta fuori stagione, in particolare uva; era altresì usata in cucina come vaso per cuocere, far bollire l’acqua. L’o. bronzea presenta analoghe forme ovoidali, senza anse, con orlo estroflesso, con sistema di presa in origine passante al di sotto dell’orlo, doveva rientrare tra i recipienti da cucina, ma ne è documentato anche un impiego legato ad attività produttive. L’o. vitrea (i cui esemplari minori hanno un’altezza di appena 6-7 cm), con coperchio, con o senza anse orizzontali di varia forma, presenta una notevole varietà delle forme: corpo ovoidale, ovoidale allungato, piriforme, cilindrico, a sez. quadrata, ecc., nasce come forma di uso domestico con la funzione probabilmente di contenitore per la conservazione dei liquidi (olio, vino, latte, acqua), dunque usata come recipiente da cucina e da dispensa e, forse, con meno frequenza, come vasellame da mensa per servire nei banchetti vivande o frutta.