it
en
La Fortuna Visiva di Pompei
Home » Esplora » Thesaurus dei soggetti » Finta incrostazione marmorea

Finta incrostazione marmorea

Gerarchia: oggetto archeologico » architettura » pavimento - rivestimento » rivestimento parietale » finta incrostazione marmorea

Definizione: decorazione parietale consistente nell’imitazione plastica in rilievo di stucco colorato, della tecnica dell’incrostazione marmorea, cioè del rivestimento marmoreo delle pareti; l’espressione viene comunemente usata per il sistema decorativo del cosiddetto I Stile pompeiano che riproduce una finta suddivisione delle pareti in ortostati, fasce, specchiature, cornici, mediante rettangoli a rilievo colorati in modo da riprodurre il cromatismo naturale del marmo, ma anche con colori innaturali e vivaci di grande effetto. Oltre che allo stucco a rilievo, la finta suddivisione delle pareti rivestite di variegati marmi policromi, poteva essere affidata anche a mezzi esclusivamente pittorici, come può apprezzarsi nella pittura di specchiature e di zoccolature e fasce nella parte inferiore della parete, nella I fase del II Stile pompeiano. Va altresì precisato che solo in quest’ultimo caso si può parlare in senso stretto di imitazione della tecnica dell’incrostazione ovvero di lastre (lat. crustae) applicate alla parete, in quanto il I Stile concettualmente vuole imitare delle strutture con la loro opera muraria e non il solo rivestimento delle superfici verticali.


1 2 3 4

Basilica - prospetto, ipotesi ricostruttiva

ID: FP0_0013_0015

In:

Casa del Fauno, decorazione architettonica dell'adito ed elementi d'arredo - prospetto

ID: CA1_0093

cromolitografia

In: