it
en
La Fortuna Visiva di Pompei
Home » Archivio » Indice dei nomi » Filippo Morghen

Filippo Morghen

1730 Firenze – 1807 ca.

Calcografo italiano, attivo all’inizio del XIX secolo. Fratello di Giovanni Elia Morghen, studia a Roma e poi a Napoli, dove prima del 1757 lavora come incisore e mercante di stampe. Fu nominato incisore per il re delle Due Sicilie. A lui si devono alcune tavole per le Antichità di Ercolano (1757-1762) e per le Antichità di Pozzuoli, oltre a numerosi paesaggi napoletani. Tra le sue incisioni note si ricordano un rame ad illustrazione dello studio di M. D’Ayala Intorno alle sculture della chiesa di San Domenico Maggiore; (negli Annali civili del regno delle Due Sicilie) e Statua della Religione (di Luigi Persico, ne La sirena, Napoli 1853). fonti: U. Thieme – F. Becker,Allgemeines Lexikon der bildenden Künstler von der Antike bis zur Gegenwart, Leipzig, voll. 37, 1907- 1950; A. M. COMANDUCCI, Dizionario illustrato dei pittori, disegantori e incisori italiani moderni e contemporanei, Milano 1970.